Archivi tag: meine heimat

Umbrìa d’omm, de sogn disaster

Sa sbranen, vün cun l’alter sa massacren i dì d’inverna – sang de temp, gris laster de carisna, ferr e nìvul e matìnn d’eterna piöva in duve, cume besti ancestral sgunfi de pagüra e pienn de famm, per i strad … Continua a leggere

Pubblicato in linguistica, Poesia, Scrivere | Contrassegnato | Lascia un commento

Cinque feste della città di A.

(Fine settimana di caroselli, zucchero filato e autopiste al paese. Così metto qui un racconto non-racconto che avevo postato sul Primo amore qualche tempo fa.) 79 Quand’ero piccolo, nella casa in cui vivevano i miei nonni e mia zia trovavo … Continua a leggere

Pubblicato in Il lavoro della memoria, Scrivere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Idioletto famigliare #4. «Baslètta»

La “baslètta” (con la e aperta, anzi apertissima) in milanese e in altre lingue gallo-italiche è il mento ovvero la bazza, insomma la scucchia (direbbero quelli di giù). «Ho pestato la baslètta» avrei detto da bambino dopo una rovinosa caduta … Continua a leggere

Pubblicato in Il lavoro della memoria, linguistica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Idioletto famigliare #3. «Bamburino»

Da bambino ero già decisamente ombelicale, tuttavia ignoravo l’arcano vocabolo “ombelico” e usavo il milanese bamburìn, opportunamente italianizzato, nella ferma convinzione che fosse quello il termine specifico e corretto. «Il mio bamburino è più bello del tuo!» «Ma io ho … Continua a leggere

Pubblicato in Il lavoro della memoria, linguistica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Odori che mancano

Può sembrare assurdo, ma da quando abito a Milano mi manca l’odore di letame. Quando stavo in provincia, nel mio quartiere periferico, tutto sporto verso le campagne del Ticino, l’odore di concime era tra i più familiari. Mi invadeva la … Continua a leggere

Pubblicato in Diario, Il lavoro della memoria | Contrassegnato , | 7 commenti

Finalmente, dopo tanto tempo, di nuovo seduto sulla riva del Ticino.Ogni istante del mondo è unico e si perde via per sempre nel vuoto. Qui, per fortuna, non vige l'obbligo di scrivere solo cose acute e originali. Oggi mi va … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | 6 commenti