Archivi categoria: Poesia

Troppo presto, troppo tardi

A volte mi capita di pensare a cosa sarebbe stata la mia vita scrittoria se fossi nato vent’anni più tardi, se non fossi nato vent’anni troppo presto, se il momento in cui ebbi quella improvvisa assurda illuminazione per lo scriver … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti, Poesia, Scrivere | Contrassegnato , , | 2 commenti

Athair

Nei tuoi occhi mi sono sempre tuffato come in un cielo sicuro e nel naso portavo il tuo odore come una preghiera E veleggiavi come un galeone della Provvidenza quando il giorno finiva in vapori di legumi e la musica … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Quindici anni, ieri

Non è cambiato niente niente più sarà com’era le case franano le borse reggono chi piange i morti chi un po’ se la sono cercata chi ama le bestie chi i terroristi chi i bambini io preferisco il boato del … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Per la notte in arrivo

E poi medicine antrace lunghe scie di luce ciecamente avanzavamo nella carne del tempo scartavetrandoci le dita fino all’osso E quando i feti nei ventri scalciavano per uscire a trovare piccoli inferni in polimeri plastici rubinetterie idrocarburi volentieri quelle gozzoviglie … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Polis | Contrassegnato , | 8 commenti

Una sera d’autunno del Medioevo

(Scritte tra il 2005 e il 2007. Dieci anni o quasi e sentirsi ancora immersi nella stessa merda.) Una sera d’autunno del Medioevo Al massacro come a una festa e senza perdòno se divampano le fiamme le spegneranno a sputi … Continua a leggere

Pubblicato in Merdaglia, Poesia, Polis, Scrivere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Death by Water

Phlebas the Phoenician, a fortnight dead,   Forgot the cry of gulls, and the deep sea swell And the profit and loss.                                        A current under sea Picked his bones in whispers.  As he rose and fell He … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Polis | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Not hollow, not yet

Rileggere i miei deliranti, ridicoli, patetici diari dei diciassette-diciott’anni è penoso ma anche istruttivo, anzi benefico. Perché, tolta la cianfrusaglia, le chiacchiere, le pose, gli artifici puberali, tolto il rimpianto per ciò che sarei/sarebbe potuto essere e non sono/è stato, … Continua a leggere

Pubblicato in Diario, Poesia | Contrassegnato | 1 commento

Umbrìa d’omm, de sogn disaster

Sa sbranen, vün cun l’alter sa massacren i dì d’inverna – sang de temp, gris laster de carisna, ferr e nìvul e matìnn d’eterna piöva in duve, cume besti ancestral sgunfi de pagüra e pienn de famm, per i strad … Continua a leggere

Pubblicato in linguistica, Poesia, Scrivere | Contrassegnato | Lascia un commento

«I mondi volano. Gli anni volano. Il vuoto»

I mondi volano. Gli anni volano. Il vuoto universo si specchia nei nostri occhi bui. E tu, anima stanca, anima sorda, riparli sempre di felicità. Cos’è la felicità? Le frescure serali nell’orto che imbruna, nel folto dei boschi? Oppure le … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | 1 commento

Settembre

A Remo È meglio crepare nel sole o in un giorno di pioggia Una scia che si spegne nel cielo azzurrino e non lascia traccia nella storia Di collina in collina il vecchio celta portava sacchi d’erba tagliata uno per … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Scrivere | Lascia un commento

Istruzioni agli insorti di Libia

L’eroe romantico del terzo mondo si consuma, è noto, previa sconfitta Perciò, Farid, trapassi al ralenti buttando sangue sulla sabbia fine per mano d’immondo tiranno armato dagli industriali di Roma o Bisanzio Lasci che la ricordino con occhi gonfi di … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Polis | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Speranze avventizie morteposticipi mi aggrappo a fedinfanti e dee madonne invoco una salvezza spinacristi e mi innamoro della vita intera persino del suo sterco anche la merda in limine mortis ha un buon profumo

Pubblicato in Poesia, Religione, Scrivere | Lascia un commento

Nel mio lacero collo infileresti il tuo dito profumato buon Gesù caveresti con l’unghia tua santa la spina Signore verresti a portar mattino? Mi basta una carezza e io sarò salvato

Pubblicato in Poesia, Religione, Scrivere | Lascia un commento

Buone

Ho riletto le (poche) poesie che ho scritto negli ultimi due anni. E sì, ce ne sono diverse buone.

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

Bruciare in rete

La situazione imporrebbe un gran bla bla di politica, lo so. Proprio per questo evito come la peste di parlare a caldo (e a vanvera) delle elezioni e parlo piuttosto dell’onore con cui, grazie alla generosità del suo artefice Francesco … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Scrivere | Contrassegnato , , , | 3 commenti