Archivi categoria: linguistica

Condividere il pane (e il campo di battaglia)

Il cristianesimo è così profondamente radicato in Italia da offuscare persino le indagini linguistiche. Succede per esempio con l’etimologia della parola “compagno”, che è notoriamente gravida di significati e sottintesi politici. Di essa si dice che derivi da un basso … Continua a leggere

Pubblicato in linguistica | Contrassegnato , , | 12 commenti

Beständigkeit in der aktuellen Sprache einer phonologischen Prozess typisch für einige alte indo-europäische Sprachen

Mia figlia duenne trasforma la labiovelare sorda in occlusiva bilabiale sorda, ripercorrendo in questo le orme delle lingue slave, baltiche, indoiraniche, celtiche-P, nonché dell’osco-umbro, del greco e dell’armeno. Detto in parole povere, la kw- diventa p-: questo > pekko, quattro … Continua a leggere

Pubblicato in linguistica | Contrassegnato | Lascia un commento

KTT!

Mia figlia sta progressivamente uscendo dalla fase del linguaggio inarticolato: per noi genitori sarà sicuramente più facile interagire, ma siccome ogni cosa ha un lato negativo mi dispiacerà veder cadere in disuso tutte le parole inventate di cui si è … Continua a leggere

Pubblicato in linguistica, Senza categoria | Contrassegnato | 2 commenti

Editurial

Mi saria anca d’acordi cunt i leghisti, che vören mett i esam de dialett per i prufessur del Süd che vegnen sü a insegnà al Nord. Tutt quej ch’hinn andaj a scöla gh’hann avüü cume minim dü o tri prufessur … Continua a leggere

Pubblicato in linguistica, Senza categoria, Stronzate | Contrassegnato , | 12 commenti

«Non essere trascurato nelle tue azioni, né confuso nelle tue parole, né disordinato nei tuoi pensieri; non deprimerti e non eccitarti troppo, e làsciati del tempo libero nella vita. Ti ammazzano, ti fanno a pezzi, ti maledicono. A che serve, … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti, Citazioni, linguistica, Polis | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Bilanci provvisori (e altri appunti di queste settimane)

Pasqua viene dall’ebraico pesach, “passaggio”. Un anno fa, quando ho riaperto questo blog dopo più di un anno di silenzio (e dopo essermi trattenuto più di una volta dal cancellarlo definitivamente), ho scritto con una metafora biblica che stavo attraversando … Continua a leggere

Pubblicato in Diario, linguistica | Contrassegnato , , | 9 commenti