Il giorno dopo il 25 aprile

Ieri era il 25 aprile, la festa della Liberazione e dell’antifascismo. Poiché mi ero intestardito a viverla per quello che appunto dovrebbe essere – una festa e una commemorazione –, con un piccolo sforzo di volontà ho accuratamente evitato di affrontare le piccole o meno piccole brutture che le ronzano intorno come tafani: la memoria della Resistenza è e resta per me uno splendido puledro.
Ieri, dunque, mi sono concentrato sulla bellezza.
Ma il giorno dopo, mi pare sia utile – anche per il puledro – schiacciare quelle bestiacce succhiasangue.

Nella mattina di ieri sono andato a portare un fiore ai partigiani al cimitero, in un luogo finalmente liberato dalla feccia nazifascista che negli anni scorsi ha cercato di imbrattare la festa con ridicole e luttuose parate. Ma di quei pochi e patetici vermi non vale nemmeno la pena di parlare: vanno combattuti e basta.
Il pomeriggio ho portato per la prima volta in corteo mia figlia, che del resto ha insistito per partecipare. Ha otto anni e mezzo e un’idea ancora approssimativa della storia, ma ne sa già quel tanto che basta per capire qual è la parte giusta.
Perciò io e lei abbiamo pazientemente risalito il lungo corteo, passando più o meno per tutte le sue anime.

Continua a leggere sul “Primo amore”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Il primo amore, Militanza, Polis e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il giorno dopo il 25 aprile

  1. aitanblog ha detto:

    Ho letto con molto interesse e anche spirito di condivisione, soprattutto quando hai parlato per la tua vicinanza epidermica per la Brigata Giustizia e Libertà.
    Poi, man mano che leggevo mi venivano in mente le battaglie tra i rossi e i neri durante la guerra civile spagnola. Poi ho visto che ne hai parlato.

  2. Sergio Baratto ha detto:

    Grazie, Gaetano, per la lettura e per tenere alta la bandiera (molto sbrindellata) dei vecchi blog :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...