Idioletto famigliare #4. «Baslètta»

La “baslètta” (con la e aperta, anzi apertissima) in milanese e in altre lingue gallo-italiche è il mento ovvero la bazza, insomma la scucchia (direbbero quelli di giù). «Ho pestato la baslètta» avrei detto da bambino dopo una rovinosa caduta in bici a faccia in giù e in avanti – ciò che nell’era di YouTube e di Failblog dicesi “faceplant” –, intendendo dire «Ho urtato il duro suolo con il mento».
Devo pur confessare che per molto tempo, diciamo fino alle medie inoltrate, ho creduto che la basletta fosse un sinonimo di mento perfettamente lecito in italiano. Dio dall’alto dei cieli deve avermi salvato dall’adoperarla in qualche tema. Ma non mi ha risparmiato diversi faceplants.

Questa voce è stata pubblicata in Il lavoro della memoria, linguistica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...