This uncleanable blood

Io non ho mai ripulito le macchie dai muri della mia scuola – della mia diaz personale. Del resto è impossibile.
La storia il tempo e i capelli mi dicono che un anno si aggiunge ogni anno ad allungare la distanza, eppure il sangue è ancora fresco. Non si asciuga, non evapora, non scurisce. Non si secca né a scaglie si sbriciola, ma ancora a gocce cola come lacrima ciprina da una madonna incristiana. E’ il miracolo al contrario, e la sua assurdissima santità non la si può purificare. In questo paese sgraziato in cui tutto si lava e nulla è venerabile tranne le piaghe fasulle dei santoni ubiqui, c’è chi si aggrappa a esorcismi omeopatici e chi si affida all’eterna merdaglia fascista – ma lo scandalo resta. Non lavabile, dissacrante, irredento.
Inoltre a me basta un niente per tornare ancora là, indietro e avanti.

Questa voce è stata pubblicata in Militanza, Polis e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...