Cani e padroni di cani (più pupazzi di neve)

Lo so che non è colpa degli animali e che esistono tanti padroni civilissimi e responsabili che non uscirebbero mai di casa senza la palettina e il sacchettino per raccogliere l’adorabile merdolina del loro adorabile Pucci Cicci Fido o Adolf. Tuttavia fare lo slalom tra le merde di cane ogni stramaledetta volta che usciamo di casa, oltretutto sapendo perfettamente che anche evitandone novantanove di svariate forme dimensioni e colori ce ne sarà sempre una centesima pronta a occupare ogni interstizio della mia suola a carrarmato e/o la ruotina del monopattino di mia figlia nonché il suo vezzoso stivaletto rosa, mi induce senza troppi sensi di colpa a fantasticare di esecuzioni di massa, in cui vestito da cekista abbatto prima il cane – d’accordo, è incolpevole, ma resta pur sempre l’esecutore del bolo fecale – e solo dopo il suo proprietario e mandante.

Scherzo, però confesso che istintivamente i padroni di cani urbanizzati mi stanno sul cazzo. È più forte di me, e meno male che non sono solo istinto ma anche, ogni tanto, raziocinio (peraltro, pur non avendone mai posseduti, per inclinazione naturale sarei anche ben disposto nei confronti della razza canina – non fosse che i cani mi fanno allergia).

Di solito evito le generalizzazioni come la peste. Anzi ritengo che le generalizzazione (così come la sua gemella semplificazione) sia tra i vizi intellettuali più perniciosi (e contagiosi). Perciò, quando seduto sulla panchina ai giardinetti vicino a casa assisto tutti i giorni alla medesima scena – padrone o padronessa di cane con cane pisciante/cagante nell’erbetta a metri due dal cartello recante la scritta NO CANI nonché (per gli analfabeti e gli stranieri) il disegno di un cane sbarrato dal simbolo del divieto d’accesso – e reagisco sognandoli sottoposti a inenarrabili torture, mi rendo perfettamente conto di ricadere in quello stesso vizio inaccettabile.

Per inciso, quej gran figli di troja non hanno tutti i torti, se fanno pisciare/cagare la bestiola sull’erbetta: si dà il caso che l’area cani disti almeno metri trenta da lì! Come posso pretendere che facciano tanta strada? E poi l’area cani puzza ed è piena di merde di cane! Come posso pretendere che ci entrino?

L’altro giorno, invece, la coltre di neve ricopriva ogni cosa, anche le merde di cane. Io e mia figlia siamo andati ai giardinetti e abbiamo fatto un piccolo pupazzo. Al posto del naso gli abbiamo messo un rametto secco e per gli occhi ho usato due monetine da un centesimo. L’abbiamo modellato con la neve che si era accumulata su una delle panchine; poi, quando mi è parso ben compattato e solido, l’abbiamo portato in mezzo al prato e posato sotto un alberello. Infine ci siamo allontanati per ammirare da lontano il nostro lavoro, la nostra piccola effimera scultura. Eravamo quasi soli: pochissimo traffico, due ragazzini più grandi che lontano giocavano a tirarsi le palle di neve, due adolescenti in bicicletta sulla neve. Il nostro pupazzo troneggiava solitario in mezzo al biancore.
In quel momento è arrivata una donna con un cagnolino al guinzaglio. Due macchie scure nella neve. È entrata nel prato innevato, è passata davanti al cartello NO CANI, camminando senza fretta sul manto friabile ha portato l’animale fin sotto l’alberello, davanti al nostro pupazzo. E il cagnetto gli ha pisciato sopra.

Questa voce è stata pubblicata in Merdaglia. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cani e padroni di cani (più pupazzi di neve)

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. aitanblog ha detto:

    Cani i cani e cani pure i loro padroni. (Io preferisco di gran lunga i gatti, e ai gatti, di gran lunga, gli umani.)

  4. Sergio Baratto ha detto:

    Io invece sono per la supremazia dei vombati :-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...