No beginning no end

Cambiano la grafica, l’indirizzo web, il titolo. Dal marzo del 2003 al novembre del 2011 è esistito un blog chiamato “Tunga!” (e poi Тунга, à la russe), ospitato su Splinder. Da questo dicembre, tutte le parole – talvolta belle, in gran parte inutili – lì apparse hanno traslocato qui, in questo posto nuovo, in questa stanza personale/pubblica che si chiama “Bruciare nel buio” semplicemente perché è il modo in cui mi è sembrato e  mi sembra di esistere in questi anni. Si trovano tutte ordinatamente stoccate negli archivi mensili, corredate dai loro bravi (o cattivi) commenti.
L’autore di tutte quelle parole e di tutte quelle che spero seguiranno, colui che porta la responsabilità della loro bruttezza o bellezza, utilità o inutilità, sono sempre io: Sergio. Qualcuno mi ha conosciuto in rete, negli anni d’oro dei blog, con il nickname di “Razgul”, ma da molto tempo ho rinunciato a nascondermi dietro identità fittizie e nomignoli del cavolo. In ogni caso, sia che capitiate qui per sbaglio sia che ci frequentassimo già nell’altra vita, siete i benvenuti e le benvenute.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a No beginning no end

  1. gianni biondillo ha detto:

    Ciao Sergio, buon trasloco.

  2. Sergio Baratto ha detto:

    Grazie, Gianni! Ben arrivato/bentornato!

  3. georgiamada ha detto:

    Ben-ri-trovato :-)))))
    eccoti nella tua nuova casa, ariosa con ampie finestra e con vista che cambia ad ogni click, non male, non male.
    Bentrovato in wordpress, anch’io sono in wordpress, però per ora non ho ancora trasportato le vecchie e-carabattole nel nuovo blog, né in altro blog (in iobloggo, che avevo aperto per l’occasione) e non so neppure se lo farò, mi piacciono le case un po’ vuote e mi piace anchè incominciare nuovamente da zero, per ora ho solo salvato il vecchio blog in un disco esterno.
    geo

  4. elos ha detto:

    Eccoti. Ma sai che è proprio bello questo nuovo posto? La nostalgia viene riparata dall’apertura, da questa pagina più grande, più luce e più fuoco. Chissà invece che nel trasloco i miei specchi non si rompano -sennò sono altri anni di sfiga nera ;)

  5. Sergio Baratto ha detto:

    Soeur, oggi stavo per risponderti, finalmente, ma di nuovo le incombenze “patristiche” mi hanno distolto… Ahi, pensarai che sono una canaglia, ormai. Domani però ci riprovo.
    Se vuoi posso cercare di fare con gli Specchi come ho fatto col mio vecchio blog.

  6. elosairam toira ha detto:

    Se lo facessi perdonerei i tuoi ritardi anche con gli interessi! (tipo darti un vantaggio sui ritardi futuri, quelli per il 2012-2013) No, davvero se riuscissi a farlo tu il trasloco sarebbe grandioso: qui da Trento mi è impossibile. Ti passo la password internamente, fratello Luno!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...