Coincidenza meteorologica e memoria cronometrica

Stamattina, aprendo le imposte sul cielo grigio e gonfio di pioggia, improvvisamente un ricordo visivo è affiorato con la violenza di una scossa elettrica, tanto che non ho potuto trattenermi dal formularlo ad alta voce: «Questo cielo è identico a quello del giorno in cui sono andato alla visita di leva!».
Va’ a sapere perché, poi, ho trattenuto proprio quello, tra i tanti cieli possibili e presumibilmernte legati a momenti più memorabili della mia vita… Ma si sa, la memoria funziona secondo leggi strane e indecifrabili.

Però non è questa la cosa più stupefacente.
Subito dopo, altrettanto gratuitamente, mi sono reso conto che quel giorno e quel cielo erano caduti a maggio, come adesso. Allora sono corso a sfogliare i miei vecchi diari, dove ero quasi certo che avrei trovato traccia di quella remota giornata di primavera al distretto militare.
Così era. Guardo la data, e resto per un attimo sbigottito. 27 maggio 1991.
Come adesso. Vent’anni spaccati.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...