Archivi del mese: settembre 2010

Vent’anni fa a settembre succedeva questo: una stupida crisi adolescenziale, proprio all’apice della mia carriera di diciassettenne sfrenato e discretamente popolare, che poi ingrossandosi a valanga a mano a mano che l’autunno s’incancreniva in una poltiglia di nebbia freddo e … Continua a leggere

Pubblicato in Il lavoro della memoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Instructions for a safer everyday life

Stay home close the door watch TVdrink mineral watergo to church or to gym once a weekleaf through magazines full of hot chicksdon’t look through the windowthey could shoot you deaddon’t put out the lightsthey might think nobody's homecontrol your … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | 2 commenti

Nove

Nove anni fa come oggi era una giornata mite, di sole.Eravamo partiti in treno dalla stazione di Rogoredo. Antonio: “Andare a Mantova in macchina, ci voglion delle ore”. Comperato il Manifesto alla stazione, Massud morente dopo l’attentato, strascichi del G8, … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Stronzo & + stronzo

Una testa di cazzo – chiunque bruci un libro è come minimo una testa di cazzo – a capo di una specie di chiesa cristiana che conta qualcosa come una cinquantina di seguaci, infrattata nel buco del culo morale degli … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento