A proposito di certi politici che ieri manifestavano a favore della libertà d’informazione.

*

Ciò detto, se avessi potuto, sarei andato anch’io a Roma, perché la causa era (è) sacrosanta.
Oggi commenti (comprensibilmente) entusiastici della Repubblica: il popolo ha svelato la finzione.
Okay, d’accordo, trecentomila persone sono un bel numero ed è vero che la storia la fanno quasi sempre le minoranze, ma onde evitare ingenue illusioni e successive dolorose disillusioni, si tenga presente ciò che si dice tra la plebe (frase raccolta dal sottoscritto sul luogo di lavoro tre giorni or sono durante una conversazione tra due sue colleghe con qualifica di operaie): "Santoro e la Dandini sono pagati fior di quattrini per parlar male di Berlusconi".

Per l’uso dei termini "popolo" e "plebe" in questo blog, prima di accusarmi di elitarismo, si vada a leggere qui cosa diceva in proposito Hannah Arendt.

*

Per quanto riguarda l’ennesima vergognosa figura del PD, io non capisco cos’abbiano in testa quelli che chiedono pubbliche scuse e/o le dimissioni degli assenti. Per dirla tutta, non capisco cos’abbiano in testa quelli che chiedono a gran voce al PD un cambio di rotta.
Mi sembra infatti chiaro che il PD sia una concrezione tumorale maligna: perciò l’unica via di salvezza è la sua rimozione urgente. Chi si ostina a volerlo conservare, o addirittura briga perché si rafforzi, contribuisce all’agonia e alla morte dell’organismo collettivo. I veri colpevoli dunque non sono gli assenteisti o i corrotti del PD, ma le persone che, da semplici simpatizzanti, da militanti di sezione o da membri attivi a ogni livello della sua struttura, lavorano ogni giorno per la sua salvezza e per il suo successo.
E i più pericolosi sono proprio quelli bravi, quelli onesti, quelli che ci credono davvero.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. baer ha detto:

    Cosa diceva in proposito Hanna Arendt?

  2. razgul ha detto:

    Non è una frase ermetica, ma un errore di impaginazione dovuto alla piattaforma (splinder) – che fa cagare. Il brano della Arendt è nel pezzo del Primo Amore che ho linkato.

  3. elos ha detto:

    sergio,a s.proposito, ma mica poi tanto, il sito del primo amore di nuovo non funziona. Guarda il tuo link dove porta…

  4. Cordless ha detto:

    Non c’entra nulla con questo post ma che cos’era  "la roba sparsa e perlopiù inutile" di cui volevi parlare che poi hai cancellato? ho fatto in tempo a leggere poche frasi prima che sparisse in etere.

  5. razgul ha detto:

    @Elos
    Se gli dèi lo vorranno, il Primo amore dovrebbe tornare in rete dopodomani. Casini di web hosting, provider e server largamente indipendenti dalla nostra volontà, purtroppo.

    @Cordless
    Una cosa che poi si è rivelata del tutto inutile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...