Sei al chiuso sei murato in casa sei al sicuro
fuori piovono rane carnivore
e gli zingari t’inculeranno i figli
i figli tuoi che sono carne della tua carne merda della tua merda
hanno dodici anni hanno quindici anni
ne hanno persino sedici o ancora soltanto diciotto
ma fanno già schifo sono già persi già morti già vuoti
e lo capisci anche anche tu che non si può inculare un morto
non si può inculare il vuoto

Questo è il crepuscolo e quella che vedi venire
da dietro le cime dei palazzi è la notte
e la notte è lunga piovono rane cannibali e alle tue finestre
si affacciano i mostri il segreto è stare al chiuso
starsene chiusi murati finché non giunga il segnale
vivido luminescente dal televisore
un giorno sta’ sicuro arriverà e allora
le strade riempirete con torce in fiamme
uscirete sul selciato in marcia ravviverete i fuochi
di un tempo i vostri antichi saranno fieri di voi
vi guarderanno da lassù dal cielo nero
con sopracciglia forcute e sorrisi sdentati

All’improvviso sarete tutti fuori la signora dell’ufficio imposte
i suoi polpacci erculei le vene varicose
brutta fin dalla terza elementare
i bambini le maestre i ragionieri
nei parcheggi davanti al comune al castello
i vecchi i giovani i tuoi figli morti e vuoti
all’improvviso accesi le loro occhiaie infinite illuminate
e tu le avresti dette spente
non lo sai non ci pensi mai che i tuoi figli parassiti
con tutta la merda che tirano hanno un naso da impresa di pulizie

Sarà quello il momento la paura sarà gonfia
come una madonna losangelina al nono mese esploderà
servirà oh se servirà per farvela passare
brucerà oh se il negro brucerà

E invece no
brucerete il negro errante e la paura resterà
e tornerete a murarvi in casa

Se questo è il mondo
non è il mio posto
non questo recinto di maiali

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. Cordless ha detto:

    Neanche il mio, dopo la domanda che fare, come sopravvivere, se tutto resta inalterato o addirittura peggiora, non resta che chiedersi come sparire il più in fretta possibile, anche se questo assomiglia ad una resa ed arrendersi è un po’ da vili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...