E.L.F.

In quanto tolkieniano di estrema sinistra, oggi non mi sento più solo: grazie Wu Ming 4.
Oltretutto è del 1973 come me, forse abbiamo avuto percorsi di lettura e incantamento non dissimili.
E, chissà, forse addirittura gli stessi ricordi sinestetici di estati dei tredici anni con la testa sotto cieli di montagna e gli occhi puntati sulla piana di Ard-Galen (o in polverose biblioteche, chino su vecchi volumoni alla ricerca di notizie sullo sbarco nel Sussex di Ælle e dei suoi figli)…

Ai! Loar ve lintë yuldar avánier
Lairí
avánier oialë
Ar mornië untúpa vanwië…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a E.L.F.

  1. anonimo ha detto:

    Tu fingi di essere del ’73, ma sei vecchio di qualche millennio, probabilmente.
    L’espressione vanwië mi sa tanto di Quenya arcaico…

    In quenya maturo sarebbe probabilmente vanwa.

    Erucallë, l’ultima dei Moriquendi (Gabi)

  2. razgul ha detto:

    Anche il plurale “lairí” al posto di “lairi” è quenya arcaico.

  3. anonimo ha detto:

    Bah… Lairì mi sembra semplicemente accentato in modo differente dal normale per questioni di metrica.

    -Gabi-

  4. razgul ha detto:

    In parte hai ragione: non è un arcaismo ma una forma aulica di nominativo plurale.

  5. anonimo ha detto:

    Consiglio di leggere il romanzo di Wu Ming 4, “Stella del mattino” (2008). Uno dei protagonisti è proprio Tolkien.
    http://www.wumingfoundation.com/italiano/stelladelmattino/index.php

    Fabio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...