Magazines War

Domani, in quanto meNbro (absit iniuria verbo) fondatore del Primo amore, parteciperò in qualità di concorrente (ruolo che non rivestivo più dai tempi delle gare sportive all’oratorio, cioè prima del crollo dell’Urss) alla preziosissima fiera (o sagra) di cui sotto.
Se siete a Milano e non avete un cazzo da fare, potete venire ad applaudirmi e/o portarmi in trionfo, omaggiandomi con lanci di petali di rose e zampilli di superalcolici.

Giovedì prossimo 21 febbraio, alle 21.30, presso il Circolo A.R.C.I. La Scighera di via Candiani 131 a Milano, andrà in scena il secondo appuntamento del Magazines War:
La Scighera e B.I.R.R.A (Bagarre Internazionale Riviste Alternative) hanno il piacere di introdurvi per la seconda volta nel mondo delle riviste letterarie italiane per stanare questi strambi animali, laboratori da cui emergono giovani talenti, palestre da cui nascono nuove forme di comunicazione, di linguaggio, di stile, di contenuti.

Come sta la letteratura italiana oggi?

E allora un nuovo show, una nuova gara tra riviste con altri quattro protagonisti: Il Primo Amore (Milano), L’Accalappiacani (Reggio Emilia), Ore Piccole (Piacenza), Maltesenarrazioni (Alessandria).

A votare saranno il pubblico e una selezionata giuria di qualità (Davide Musso, Teo Lorini, Christian Mascheroni).
Conducono la serata: Ivano Bariani e Andrea Ferrari (B.I.R.R.A.) Laura Iotti e Paolo Cognetti (La Scighera).
A scandire la serata i ritmi musicali di Dj Kortatub

Ingresso libero con tessera ARCI
Per informazioni: 02 39480616, presentazioni@scighera.org, info@scighera.org

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Magazines War

  1. Cordless ha detto:

    Un pò fuori mano però ti ringrazio per avermi suggerito altri luoghi dove attingere contro-informazione di cui francamente sento una necessità sempre maggiore per non soffocare prematuramente.

  2. anonimo ha detto:

    milano non m’è mai piaciuta -però, frère, io da questa vicenza militare invidio anche milano.

    come stai?
    elçs

  3. razgul ha detto:

    Ciao cara Elos

    Milano io l’amavo con occhi pieni di stupore, quando mi ci portavano da bambino. Era il mondo grande dove lavoravano i miei, mia zia, dove succedevano le cose ed esistevano meraviglie (come il museo dei dinosauri, un luogo mitologico della mia infanzia). Adesso che ci vivo mi sembra a volte di vederne solo i difetti. A parte forse nelle giornate limpide e ventose, e quando esco di notte dal cinema dopo aver visto un film che mi è piaciuto e me ne torno a casa a piedi, fumando.

    E tu come stai, nella tua Vicenza militare (che però ospita anche gente fegatosa e gagliarda come i No Dal Molin)?

    Io come sempre ho un piede nella luce (Sehnsucht, cioè una cosa che mi fa stare bene) e uno nell’ombra (Melancholie – che è deprimente e fa star male). Dev’essere questa età di mezzo che mi è cascata addosso come una malattia inevitabile e incurabile, di quelle che si ignorano a lungo ma di cui si sa che un giorno o l’altro esploderanno, perché sono inscritte nel nostro DNA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...