Se io fossi un bravo blogger scriverei aggiornandoli di continuo brevi e folgoranti pezzi di vita quotidiana, frizzanti dialoghi (finti) tra me e il panettiere, tra me e un’amica, tra me e Dio, inventati ed elaborati in pausa pranzo o in coda sulla tangenziale. Se fossi un blogger di talento riuscirei condendoli con un pizzico di ironia leggera e spumosa a farne una specie di odissea minuscola e antieroica dell’era del post. Ma sono tutte cose che detesto.
Se solo fossi quello che ero una manciata di anni fa, riverserei qui in modo svergognato le mie angosce, non senza prima una certa selezione all’ingresso da parte dei gorilla dell’Io e un velo di trucco – perché bisogna avere stile anche nella lagna. Ma non sono più quello di allora.

Nessuno ti può aiutare, devi fare da solo e tenere presente che non c’è alcuna redenzione, non c’è nessun altro approdo finale, e l’unico orgoglio che ti è concesso sta nell’ostinazione con cui continui a  marciare, passo dopo passo, senza speranza.

"Necessaria è una cosa sola: solitudine, grande solitudine interiore. Volgere lo sguardo dentro sé e per ore non incontrare nessuno: questo bisogna saper ottenere. Essere soli come eravamo soli da bambini…"
(Rilke, Lettere a un giovane poeta)

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. Rejoice ha detto:

    Ciao!
    Lo hai fatto!Ci sei caduto di nuovo!
    Senza neanche accorgertene hai riversato nel tuo blog le tue angosce..con stile..ma lo hai fatto! :)

    Complimenti per l’ostinazione con cui continui a marciare…
    Presumo sia una “marcia interiore” dal momento che citi Rilke..
    Senza speranza, scrivi..
    Non smettere, di marciare ..io credo sia proprio la “speranza” cio’ che stai cercando, la speranza è il tuo approdo!

    La solitudine è necessaria, come scrive Rilke,la solitudine interiore.
    Far tacere il “rumore” che assorda la nostra vita, impedendoci di ascoltare i nostri reali bisogni.
    Ma c’e’ solitudine e Solitudine..

    la solitudine dei bambini è magica perché si riempie di fantasia..e la fantasia reca con se sogni e speranze.

    “arrileggerti”

    Luna

  2. pistorius ha detto:

    S’io fossi foco….
    Lorenz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...