Splendori della Chiesa Cattolica #2

Le cartelline in cui negli anni ho ficcato un’iradiddio di ritagli di giornale e altre sconcezze hanno con mia grande sorpresa rigurgitato un altro vecchio articolo (stavolta della Repubblica), sempre relativo alla faccenda dell’oro croato (v. il post precedente). Si tratta per la precisione di un’intervista (3 dicembre ’97) a Shimon Samuels, del Centro Wiesenthal, in cui si ricostruisce il presunto percorso dell’oro sporco trafugato dai fascisti croati dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Così dice Samuels: 
“Crollato Hitler, il dittatore croato Ante Pavelic  fuggì in Italia attraverso l’Austria. (…) Si rifugiò in Argentina con l’aiuto della Chiesa cattolica. Vi arrivò travestito da prete: è un particolare da tenere a mente. (…) Pavelic portava con sé circa 300.000 chili d’oro, provenienti da Jasenovac, il famigerato lager degli Ustasha. In quel campo gli ustascia avevano rinchiuso serbi, zingari ed ebrei. Gioielli, suppellettili, denti dorati furono fusi in lingotti: ecco il bottino”.

L’intervistatore chiede se esistono delle prove. Samuels risponde: 
“E’ tutto registrato in un documento conservato a Washington, presso il Dipartimento del Tesoro americano. Pavelic si recò in Italia portandosi dietro l’oro. Strada facendo fu bloccato da reparti dell’esercito britannico, che recuperarono un terzo delle casse. Ma il resto, una volta in Italia, Pavelic lo affidò al Vaticano con la preghiera di conservarlo in attesa di tempi migliori. Il Vaticano fece uso di questi soldi”.

L’intervistatore chiede in che modo la Santa Sede li avrebbe impiegati. Risposta:
“Da qui in poi, possiamo solo fare delle ipotesi. Forse li usò il vescovo austriaco Hudal, che a Roma organizzava la Rat Line”.

La Rat Line, “Linea dei Topi”, era il percorso clandestino attraverso cui il Vaticano metteva in salvo in Sudamerica i criminali nazisti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Splendori della Chiesa Cattolica #2

  1. steu ha detto:

    Si parla di oltre 7.000 croati passati sulla tratta Vaticano-Buenos Aires!

  2. razgul ha detto:

    Grazie del link, steu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...