Breve rassegna stampa deprimente

1.
Avvertimento mafioso del Vaticano a Zapatero, un fanatico laicista e amico dei sodomiti che rischia di minare le radici morali della civiltà, eliminando gli enormi privilegi economici di cui la Chiesa per grazia di Dio gode in Spagna. Fascismo franchista e Opus Dei sono al lavoro per estirpare il male.
 
2.
La stampa statunitense (forse istigata da quel brigatista di Furio Colombo, chissà) rivela che Donald Rumsfeld ha creato una struttura occulta di servizi segreti parallela alla CIA. Tale struttura verrebbe usata per certi “lavori” troppo sporchi persino per le sporchissime mani dell’intelligence americana tradizionale.
Si dice altresì che disponga di diverse basi segrete, non soltanto in Iraq e in Afghanistan, e che dietro le misteriose manovre delle ultime settimane contro l’Iran ci sia il suo zampino.
Nessuna chiarezza sulle immense masse di denaro pubblico che – sempre secondo la stampa statunitense – sarebbero servite per la sua costituzione.
Rumsfeld ha smentito in maniera particolarmente poco convinta.
Articoletto sui giornali italiani.
Per il resto, un grande, sibilante silenzio.
È normale?
È compatibile con la cosiddetta democrazia?
C’è qualcuno qui che si sente almeno un po’ a disagio?
No?
 
3.
Avvertimento messianico dell’imperatore di Washington: cacceremo e staneremo il Maligno ovunque si nasconda, a costo di rivoltare il pianeta come un lenzuolo. Segue l’elenco di alcune delle più prestigiose località di villeggiatura in cui, secondo il dipartimento di stato americano, belzebù ama rifugiarsi: Birmania, Bielorussia, Corea del Nord, Cuba, Iran.
L’elenco a dire il vero non cita – tanto per fare un paio di esempi – la Cina e la Russia. Forse perché secondo “Cosmopolitan” quest’anno sono mete ‘out’.
 
4.
Avvertimento terroristico di Al Zarkawi in vista delle elezioni irachene: siamo contro la democrazia e combatteremo con ogni mezzo tutti coloro che la sosterranno.
(Quando, o Signore, quando questi dannati arabi impareranno la civilissima arte dell’ipocrisia?)
 
5.
Stanchi di veder schiattare i vostri figliuoli in divisa?  Trovate inammissibile per un paese moderno che i suoi soldati possano morire? Vorreste per loro maggior sicurezza sul posto di lavoro? A Nassiriya l’INAIL non arriva? Non preoccupatevi: la scienza vi è d’aiuto. Un po’ di pazienza e tra qualche anno anche gli elicotteri Mangusta vi sembreranno preistoria (le manguste in carne e pelo pare lo siano già, o quasi). L’esercito degli Stati Uniti è lieto di presentarvi la soluzione ideale a questo increscioso inconveniente: il soldato robot “Talon”. 36 chili di metallo senza patemi, Talon è dotato di fucile M249, dispositivi “distruttori” e lanciarazzi, non dorme, non scorreggia, non tiene famiglia e se viene sgozzato se ne frega. Di più: teleguidato a distanza con un joystick, permetterà nello stesso tempo ai vostri ragazzi al fronte di restarsene al sicuro e di divertirsi come con la playstation.

Il lancio del prodotto è previsto per il marzo di quest’anno. Unico neo, il costo: circa mezzo miliardo di lire per ogni robot. Ma si sa: la salute vale più di ogni altra cosa. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a

  1. anonimo ha detto:

    per parafrasare il tuo post di inizio anno:”magari è solo una mia impressione ma se il 2004 mi è parso un anno veramente di merda, mi pare che il 2005 è e sarà un anno ancora più di merda!”
    (trenofuoriorario)

  2. razgul ha detto:

    Mi sa di sì…

  3. anonimo ha detto:

    mela e cannella.

  4. alderano ha detto:

    Certo che farebbe comodo, un Talon. Portarselo dietro per la spesa, in un ingorgo metropolitano, allo stadio… Un bell’oggettino, insomma, un futuro oggetto di classe. Altro che fecondazione artificiale.

  5. sobol ha detto:

    deprimente l’aggettivo giusto

  6. yorke ha detto:

    ecco, tieni, una tazza per te.
    mela e cannella. non sai.

  7. anonimo ha detto:

    (trenofuoriorario)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...