APPUNTI # 2

Termina lo spoglio dei foglietti volanti che per anni hanno circondato il mio computer.

Non a me la gioia di rame dei Catta –
non quella per coglioni eroici e televendite –
io avro sempre la debolezza del figlio,
il pianto facile, il senso di colpa

***

Ho due bisogni –
Dio e la Rivoluzione

***

 Lasciare tutto in mano a una Chiesa così – Signore
 non ce l’ho con te, con le tue buone intenzioni
ma permettimi – è una caduta di stile

***

La pioggia, il lunedì mattina, gli occhi gonfi.
Speranza, sogno sono solo un fatto ormonale.

***

(…?) cioè la religione non tanto nell’appprodo alla certezza della fede – che è assenza di movimento interiore – ma nella tensione della ricerca. Nel processo, non nel risultato. Il processo è il risultato. La fede è la ricerca.
La fede è l’assenza insoddisfatta della fede. La fede dogmatica è anti-religiosa. Ogni religione è antireligiosa.

Nell’assenza di Dio l’unica fede possibile. Io non voglio ADORARE Dio. Voglio cercarlo, ma con un movimento incompiuto e ininterrotto.

Continuare a spingersi in avanti senza riuscire (senza voler riuscire) a colmare il suo vuoto, la sua assenza.
“Dio non può essere trovato, raggiunto con le nostre sole forze. È dio che raggiunge, che annulla la distanza invalicabile.”
Ma io non voglio raggiungerlo! (Né voglio che mi raggiunga)

Non si dà vera fede fuori dalla ricerca, fuori dal movimento verso, dalla tensione a –

Ai preti andate a dire: l’uomo insegue Dio. Se Dio venisse raggiunto da me, essere finito e dalle gambe corte, non onnipotente – sarebbe ridicolo.

***

Bocche torte, pomeriggi, spavento
perdere tempo e poi crepare
avere trentun’anni a tradimento
inermità assoluta, immaturità
guardare in tralice i fiori esplosi
Indietro non si torna non si torna

***

Ci si muove piccini sulla curva nuda
di questo pianeta in guerra

***

L’inferno è un eterno pomeriggio nuvoloso.

***

“Tutto era come inchiostrato, si procedeva a tentoni e curvi in avanti lungo quel collo d’imbuto sempre più stretto, sempre più vicini alla strozzatura…”
“…E ci raccontavamo favole circa il futuro, lo spalancamento…”

***

Il gusto dell’abbandono è verde e viola
ti arriva metallurgicamente e brucia
l’antico capodanno, l’agosto

***

Vorrei stare a letto nudo tutto il giorno
ad ascoltare John Coltrane

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

19 risposte a

  1. iuna ha detto:

    my favorite things…
    un sorriso raz, bungiorno
    :)

  2. omicu ha detto:

    Felice di essere passato qui stamattina…

    Il militante

  3. anonimo ha detto:

    accendi il riscaldamento, però, Raz!

  4. anonimo ha detto:

    dev’essere stata un bel turbinio di emozioni, prima dello spoglio, la tua postazione.
    con tutti quei foglietti a ornarla.
    che bella immagine un computer circondato di carta emozionata.

  5. nedesha ha detto:

    grazie per aver capito le mie parole…ho letto qualcosa di te e ho capito che sei una persona straordinaria! io ho trovato una persona del mio “stampo” poi te ne parlerò…grazie di tutto perchè qui in questo mondo strano le parole solo l’unica cosa che ci tiene compagnia in questa rete strana, che ti tiene compagnia torna a trovarmi la mia porta sarà sempre aperta a persone come te…

  6. TirNanOg ha detto:

    …pensieri principiati, interrotti. E John coltrane, bella cornice.

  7. alderano ha detto:

    Trittico Ateologico
    I.
    Ho due bisogni –
    Dio e la Rivoluzione
    II.
    La pioggia, il lunedì mattina, gli occhi gonfi.
    Speranza, sogno sono solo un fatto ormonale.
    III.
    Non si dà vera fede

  8. razgul ha detto:

    Accidenti, “trittico ateologico” mi piace!

    E sono onorato, visto che viene da un maestro dei trittici…

  9. elos ha detto:

    vedi di non buttare mai nessun foglietto, frre.
    qui davvero c’ il sangue caldo sulle dita.

  10. anonimo ha detto:

    simili in cosa?

  11. mariannaborella ha detto:

    io vorrei stare nuda sul letto e sentire solo il Suo respiro caldo…ancora e ancora.

    emh, scusami…

  12. razgul ha detto:

    Suo di Coltrane?! ;-)

  13. anonimo ha detto:

    non ho potuto fare a meno di notare che oggi sei… insolitamente reattivo, bivacchi, eh???

  14. mariannaborella ha detto:

    mmm…no. Però nel momento di carestia…

  15. afrodea ha detto:

    Oh, grazie razgul. Quello che volevo è proprio forgiare un contenitore di stanze che s’aprono a sorpresa e dentro magari nulla. Vaghe forme, rimandi, speranze d’agganci e un piede in fallo e ancora una volta più giù o sulla chiocciola di una scala nascosta e all’uscita la sensazione che nient’altro sia che una scatola dove abbiamo cercato di costruire angoli con i nostri tanti vuoti, un contenitore dove i contenuti sono casi, accidenti, incidenti e la forma è il senso. E il senso un serpente che si riavvolge su di sé e ingoiandosi s’annulla. La vita insomma. Questa la vita che vedo. Questo come la vedo, la vita. Questo l’idea del mio blog. Niente altro, appunto, che un’idea. Viaggiare qui, un istante. Viaggiare un’idea, attraversarla. Un sacco floscio da gonfiare passando. E dentro voi che passate, che attraversate il vuoto, pieno di voi e di me che di voi nutro i miei scaffali vuoti.

  16. mariannaborella ha detto:

    tra l’altro pensavo che mi piacerebbe se ogni tanto passassi da me…così, dico, a perdita di tempo…merci.

  17. GATTASTELLARE75 ha detto:

    anche io, se robert smith mi sventolasse con una foglia di palma da cocco :)
    ciao,gattastellare

  18. danderbit ha detto:

    Ai preti andate a dire: l’uomo insegue Dio. Se Dio venisse raggiunto da me, essere finito e dalle gambe corte, non onnipotente – sarebbe ridicolo.
    Colpito II.

  19. compagnidiviaggio ha detto:

    saresti un ottimoa comp’agnao di strada .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...