Archivi del mese: settembre 2004

Liberate, cazzo, liberate!Be’, lo dico: mi sono messo a piangere come un pirla. Ma almeno stavolta è per la contentezza.

Pubblicato in Senza categoria | 65 commenti

LA BUGIA PERENNE Roberto Saviano è un giovane e straordinario giornalista. Collabora con varie testate (Diario, L’unità, il Manifesto…) ed è autore di diverse inchieste sulla camorra. Ora, Saviano è un rompicoglioni nel senso più nobile del termine: è uno … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 22 commenti

Aprile 1979. Per i boschi e lungo il Ticino.

Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

Si è dibattuto molto, a sinistra, del film di Michael Moore. Purtroppo, il più delle volte, in maniera ributtante.Su Nazione Indiana c’è uno splendido pezzo di Andrea Inglese su Fahrenheit 9/11 e sulla sinistra. E un mio modesto contributo alla discussione … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 19 commenti

Breve ascesa al monte ventoso

Ho raggiunto la cima del monte. Un’ascesa non difficile, solo un po’ ripida. Soffiava un vento fresco e forte, elettrico. La camicia mi si gonfiava tutta, la mia testa sembrava un fiore di cardo. Il cielo era insolitamente terso – … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 13 commenti

Esorcismo Mia figlia ha dieci anni e non esisteil suo colore preferito è il rosaa volte vorrebbe mangiare da McDonald’sma io non ce la porto mai. Mia figlia ha i capelli castani e non esisteli porta lunghi sulle spalle, scioltio … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 31 commenti

E ieri notte, puntualmente, il mio inconscio ha deciso che dovevo essere a tutti costi padre. Per la precisione di una bambina pestifera sui nove-dieci anni.Nel sogno, nonostante si fosse materializzata da non più di un minuto, era mia figlia … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 22 commenti

L’inferno più tardi, ora soltanto promesse (2) La stazione di Bergamo. Settembre. Le due del pomeriggio. Nuvole. Una donna con i calcagni ruvidi. Il pianto di una bambina che ha paura di chiudersi nel cesso e rinuncia a pisciare.Speranze disattese, … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 13 commenti

Cap d’Antibes, primi giorni di gennaio del 2002. Ci si era lasciati alle spalle un anno terribile. Il G8, la catastrofe di Genova. Gli attentati dell’11 settembre. La guerra infinita. Era una sera fredda e limpida. Sono uscito sul balcone. … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

L’inferno più tardi, ora soltanto promesse Il dolore va di lingua sulla mitologialecca tanto che averci un pistolino lì – piano piano resta solo il bianco, il nudoun osso di cera e due tristissimi occhi blu.Senso d’impotenza e rabbia. La … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

Settembre, incomincia la scuola, settembre è sempre un mese di merdaVolevo rispondere ai commenti al post precedente nella colonnina apposita, e invece mi è uscita questa cosa mostruosa. È anche un po’ una premessa a una cosa che sto scrivendo … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 17 commenti

Non si risparmino i bambini Non si risparmino i bambinii piccoli ventri gli occhi a palla dei bambinii corpicini i culi sporchi dei bambinisi faccia macello dei bambinici si schermi coi bambinipiccoli stronzi bambininemici in germoglio i bambininon ci si … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 25 commenti

Una piccola storia partigiana Così, nel Partigiano Johnny, Fenoglio descrive l’arrivo sui colli sopra Alba di un gruppo di trecento alpini disertori: “Non avevano ufficiali, ed erano condotti da sergenti, come loro fratelli maggiori. I sergenti fecero formare quadrato e … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 6 commenti

Exterminate Them All Da sempre noi di McChildren i bambini li ammazziamo in tanti modi fantasiosi e saporiti. Una volta gli fottevamo la vita in miniera, li frustavamo a morte, crepavano da schiavi sotto le cinghiate elegantemente dixie dei possidenti … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti