Ma soeur invisible, che porti nomi di stelle incendiate e ti nascondi nel buio –
Ma soeur invisible – gli specchi s’infrangono, gli occhi grandi restano – e spalancati: servono a trafiggere il buio.
Ma soeur invisible, ti dico – chi è in fiamme oscura ogni altra luce. Per questo a volte si sente nel buio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a

  1. Violeta ha detto:

    Ma soeur et mon frère, ho cantato per voi stanotte. Incerta prima, forte poi. Ho incendiato anime di chi non sa ascoltare. Vi amo. Bonne nuit, mes chers

  2. razgul ha detto:

    “Et puis une voix- Est-elle angélique!” (Rimbaud).A bientot, chère voix…

  3. elos ha detto:

    Ma soeur, mon frère, accovacciata tra le ultime righe del mattino con orecchia tese ho ascoltato i vostri canti ,i sussurri e le strigliate. Sono entrati sotto pelle come le tunghe, abbracciato i contenuti come le voci calde di donna, esortato ai sipari riaperti come chi scrive in bianco e ci vien detto di coprirsi di nero.
    Je vous embrasse.Toujours.
    elos

  4. mariannaborella ha detto:

    mi sa che ti avvicini a me…sono a sarzana.

  5. pippilotte ha detto:

    ciao tunghi , vengo a riposarmi un po’ da te …

  6. Basteth ha detto:

    Bella bella bella…
    Sospesa davvero tra poesia e realtà.
    Complimenti.

  7. danderbit ha detto:

    mi sento in fiamme, adesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...