La batosta a berlusconi mi rallegra, la certezza della sua inamovibilità e la consapevolezza che il regime neofascista italiano da domani tornerà alle proprie porcate mi tolgono l’allegrezza.
Il Listone tiene, vince, non vince, chissà. Mi auguro che superi forzaitaglia, ma per me resta un ripugnante groviglio di merde avide di potere e babbi di minchia. So che – in un mondo più serio e corretto – sarebbe probabilmente proprio il centrosinistra liberista, il mio avversario politico naturale.
Le truppe italiane restano in Iraq al guinzaglio degli imperialisti yankee. La guerra in Iraq resta una vergogna e una mostruosità. Questo mi rattrista e mi fa arrabbiare. Alla radio sparano dati e percentuali a raffica, ma io non riesco a dimenticare le raffiche sparate dai nostri soldati sui civili a Nassiriya l’aprile scorso.
La batosta a berlusconi mi rallegra. Mi smorza l’allegria la consapevolezza che, non dico il 20, ma persino il 2% sarebbe troppo per la peggiore creatura che sia stata defecata dal ventre molle della società italiana dai tempi del ventennio. E invece esistono ancora migliaia e migliaia di subumani morali evidentemente ancora disposti ad appoggiarla.

Nondimeno sono contento che quella fEccia di merda del presconsmin ecc…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a

  1. tollina ha detto:

    io per ora mi sto accontentando di questo rallegramento anche se momentaneo.quasi mi sento di non avere amici ma solo un nemico da combattere.almeno e’ uno scopo…e te lo dice una che vota in un seggio nell’ombelico vorticoso della borghesia piu’ sprezzante

  2. razgul ha detto:

    Ho coniato un nuovo motto, che è anche un augurio: “Molti amici, molto amore”. Ti piace?

  3. alderano ha detto:

    ottimo motto, raz… se non fosse che superata una certa soglia (tre, quattro, cinque) il rapporto tra numero di amici e quantità di amore si fa inversamente proprozionale…
    Io non riesco a rallegrarmi, per la batosta a berlusconi, i suoi voti si sono redistridibuiti nella sua casetta, è bene che sia stato bastonato, ma non riesco a rallegrarmi… E sopratutto, mi terrorizza quel 2% di fascisti puri che è emerso tra i neuro-italiani…

  4. alderano ha detto:

    ah, domani sono a milano per un seminario (lascio un post sul mio blog in proposito), e in serata a suonare a gallarate canti popolari (di cui trovi a unavita.splinder.it). te la butto lì, nel caso che fossi dis.impegnato…

  5. harmonia ha detto:

    Sono arrabbiata anch’io, e molto, e capisco che la rabbia si può esprimerla in modi diversi. E’ importante, però, trasformare un’emozione naturale ma distruttiva in energia positiva. Mi piace molto “non scendere a patti”, e non arrendermi. harmonia

  6. razgul ha detto:

    La frase di Moresco che porto appesa al muro di questa stanza l’ho scelta perché esprime alla perfezione il mio stare nel mondo.

  7. danderbit ha detto:

    sostanzialmente hai ragione ;)

  8. alderano ha detto:

    mi rallegra assai di più parlare di cavalli… in quale parte di lunigiana li hai avuti davanti? fivizzano forse?

  9. razgul ha detto:

    Colline sopra Licciana Nardi. Bello bello. Il fatto è che non ci sono abituato, io sono uno che conosce come le proprie tasche ogni centimetro e ogni semaforo della della circonvallazione sud di Milano. Vedere un puledrino in un prato davanti mi procura leggeri attacchi di follia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...