È morto Elvin Jones, uno dei più grandi batteristi della storia del Jazz, nonché membro del leggendario quartetto di John Coltrane. Era un semidio, un musicista prodigioso. Si può elevare una preghiera con la batteria? Elvin Jones sapeva farlo: provate a sentire di cosa è stato capace in “The Drum Thing” (John Coltrane Quartet, Crescent). Del resto qualsiasi opera di Coltrane in cui ai tamburi sieda lui va altrettanto bene.

Thank you Elvin. Amen.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. anonimo ha detto:

    Drum Machine ha segnato il mio avvicinamento alla fotografia del jazz. Musone nero tutto sudato che pesta sulle pelli di un teatro di provincia,
    ciao Elvin.
    dieffe

  2. razgul ha detto:

    Grande compagno dieffe!

  3. bianconero ha detto:

    con Charles Mingus l’ho fotografato un trenta anni fa. Posterò sul mio blog l’immagine appena la recupero

  4. razgul ha detto:

    Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...