Oggi (ieri, ormai) s…

Oggi (ieri, ormai) sul “Corriere del Regime” è toccato all’ineffabile Pastainbianco (proprio lui, il fustigator de’ pacifisti) l’ingrato compito di disinnescare il potenziale, devastante scandalo delle torture in Iraq. Ora, siccome l’impareggiabile Pastainbianco non è un Quintiliano, un Cicerone o un Calamandrei, ma solo un misero editorialista destroide, non è riuscito che a produrre l’ennesima, infima cacatina corrieresca.

Il buon Pastainbianco, Dio l’abbia in gloria (oppure no), dice in sostanza che l’orrido scandalo ha in effetti inferto un duro colpo alla coalizione occidentale, dimenticandosi di citare – ma sarà stata di sicuro una svista (oppure no) – i duri colpi inferti alla carne dei prigionieri.

E poi prosegue proprio con l’argomentazione fuffa che tutti si aspetterebbero (ma sarebbe ingeneroso tacciarlo di scarsa fantasia: i fatti in questione son sì grossi e lui è tanto piccino e frastornato. Oppure no): la tortura nei paesi non democratici è un modus operandi normale, indiscusso e sistematico. Mentre qui in Occidente si verifica solo in quanto reato e trasgressione della norma di diritto, nonché in maniera sporadica.

Sai che gliene frega, ai torturati, che si tratti di esecrandi casi isolati…

 

Questa sera sono tornato a casa molto stanco dal lavoro, così mi sono buttato sul letto e, mentre in cucina bolliva la zuppa, mi sono addormentato.

Ho fatto un sogno meschino, e nel sogno (mi vergogno a confessarlo. Oppure no) godevo:

ho sognato che i militi del GOM torturavano Pastainbianco (niente di veramente serio: pisciate in faccia, scope nel culo e poco altro). E mentre lui alternava singhiozzi e proteste, lo rassicuravano così: “Guardi che comunque, caro editorialista, noialtri in questo modo stiamo infliggendo un duro colpo all’immagine della polizia italiana (trach! una gomitata nel costato). Tenga presente che quanto le sta accadendo qui va contro ogni legge dello stato e che comunque, se la cosa può rassicurarLa, avviene in modo non sistematico. Non è la norma, ma una sporadica – terribile quanto vuole ma sporadica – violazione del diritto”.

Nel sogno il poveretto, rilasciato dopo un’oretta scarsa di botte lievi con manganelli, asciugamani bagnati e bastone elettrico, è corso a sporgere denuncia dal ministro rag. Sig. Castelli in persona. Il quale, con tutto il tatto e l’umanità di cui lo sappiamo capace (nei limiti che la sua lombrosianamente tragica fisionomia gli impone), gli ha risposto “Che vuol farci, caro mio, dura lex sed lex, oggi in Italia una tantum non prohibitur”.

 

Al risveglio, mi sono spaccato al mio interno: il mio super-Io ha accusato il mio Es di essere un “estremista irresponsabile”. Il mio Io è indeciso, non sa se aspettare la data del trenta giugno per provare un’emozione unitaria e condivisa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Oggi (ieri, ormai) s…

  1. alderano ha detto:

    :D… come ti invidio, caro raz, come ti invidio… ma poi la zuppa non è bruciata? (ah, vorrei dare un sostegno al tuo Es, di contro al tuo super-io…)

  2. razgul ha detto:

    No, la zuppa si è salvata! E quanto all’Es, mi sa che vince su tutti i fronti (almeno in questo periodo, e almeno al mio interno).

  3. anonimo ha detto:

    altro che quintiliano, cicerone & co., la cosa davvero tragica è che oggi sono sufficienti i pastainbianco per creare i movimenti di opinione. per quanto riguarda il tuo es, se si candida io lo voto.

  4. kanji ha detto:

    ho espresso un’intenzione peggiore con un nazista due giorni fa, non l’ho sognato, glielo detto….ho voluto ascoltare le sue ragioni premettendo che sarei stata onorata di ucciderlo limitandomi a sparargli sulla testa rasata, questo è quanto gli ho detto….lui me le ha spiegate…..e quando ho ripetuto che gli avrei volentieri sparato, mi ha fatto che notare che allora sono anch’io come lui….che mi faccio guidare dal pregiudizio…..peccato che i fatti mi dicano che io posso solo giudicare, visto che i fatti sono già avvenuti, magari……. potessi avere pre- giudizio!!!!

  5. alderano ha detto:

    mi piacerebbe sapere dove lo hai incontrato il nazi dalla testa rasata… e sapere come si piegava la tua faccia quando gli parlavi… e come si raggricciava il tuo stomaco… e come hai fatto a resistere… meditazione zen, nevvero?

  6. Violeta ha detto:

    La mano che rifornisce i drugstore domina il mondo.Cominciamo la nostra Repubblica con una catena di supermarket, una catena di mercerie, una catena di camere a gas, e una lotteria nazionale.Dopo di che, potremo scrivere la nostra Costituzione.
    K. Vonnegut

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...