LUGLIO, AGOSTO, SETT…

LUGLIO, AGOSTO, SETTEMBRE (NERO)

III. Settembre 2001 – Mantova, Milano

6.

La mattino dopo, entrando in ufficio, Daniele mi saluta con una risatina. “Un giorno di ferie, ieri, eh? Dilla tutta, dov’eri?”.

Alberto mescola il caffè, dice “Conoscendoti, sarai contento”.

 

7.

In sala prove. Marco: “È tutta colpa dell’Occidente. Siamo noi che ce la siamo cercata”.

Davide: “Dopo ci ho pensato su un attimo, e in effetti mi sono reso conto che è stata un po’ una stupidata. Però quando mi ha telefonato mio fratello e mi ha detto di accendere la tele io ho detto ‘Raga, stasera si stappa lo spumante!’”.

 

8.

In fila alla Camera di Commercio. Un sciùr e una sciura dietro di me commentano la notizia del momento. Il sciùr: “Anche loro, ne’, ne han fatte di cotte e di crude, presempio lo sterminio dei pellirossa”.

“Eh, sì, però l’è ugualmente una roba brutta!”.

 

9.

Compro “Carta”. La sfoglio velocemente, mentre il metrò mi porta in ufficio. Il nuovo numero contiene un lungo intervento del subcomandante Marcos. S’intitola “La IV guerra mondiale è cominciata”. Nelle due pagine che precedono lo scritto di Marcos ci sono alcune vignette. Si tratta di “Il cuore”, un settimanale satirico che non riesce a uscire in edicola ed è costretto a farsi ospitare a turno – in uno spazio ridotto – su altre riviste di sinistra. Questa settimana tocca a “Carta”.

Pagina 47, in basso a sinistra. Le caricature di due ebrei: naso adunco, dentatura da orchetto tolkieniano, barbetta caprina appuntita sul mento, boccolo a cavatappi e zucchetto. Sopra, una didascalia: “Più di 4 mila impiegati alle twintowers, ebrei americani o di origine israeliana, la mattina dell’11 settembre non si sono misteriosamente recati al lavoro… COME MAI???”. Nel fumetto, l’ebreo con i denti da orchetto si giustifica così: “Guardi, noi si doveva circoincidere il pupo e…”. La vignetta si chiude con la battuta finale: “Circoincidenze, eh?”.

 

10.

Per non sentire più tutte queste cose che avevano cominciato a rimbombarmi in testa, ho preso una cassetta e ci ho registrato sopra tutta Ascension di Coltrane. Poi, per un pezzo, sono uscito così, la mattina, per andare al lavoro. Bardato come per proteggermi dai bombardamenti di quella mia personale guerra mentale, con il fragore degli ottoni e dei tamburi sparato altissimo nelle orecchie. Andavo così, assordato, isolato dalla bruttura, perso dentro quell’immensa impresa di elevazione a Dio dal caos e attraverso il caos.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a LUGLIO, AGOSTO, SETT…

  1. GabiMarian ha detto:

    A proposito delle circoincidenze… (ovverosia “Informazione Corretta” mi fa una pippa)

    Il capodanno ebraico tra 5762 cadeva il 18 settembre 2001… agli illuminati elfi di certo non è venuto in mente che alcuni impiegati orchetti potessero essere in vacanza già l’11!

  2. GabiMarian ha detto:

    Altri errori… questo lavoro mi uccide! Mi è scappato un tra prima di 5762 e non ho messo un punto dopo la parentesi!

  3. pippilotte ha detto:

    avevamo un biglietto per l’india per il 13 settembre 2001 , mi ricordo che per un attimo quel mese e mezzo di vacanza che ci eravamo ritagliati ci esplose davanti agli occhi insieme a quelle immagini ( dovevamo arrivare fino al confine col pakistan ) poi ci guardammo negli occhi e ci si disse partiamo !
    fu un bel viaggio , eravamo gli unici “occidentali” ovviamente non raggiungemmo il pakistan ma andammo verso il più pacifico Sikkim !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...