Dorogie druz’ja,

da un po’ di tempo trascuravo questo mio piccolo spazio personale. La questione è molto semplice: quando ho scadenze di studio moralmente gravose mi si paralizza quella minuscola porzione di cervello preposta alla libera ciarla in rete. Dall’agosto scorso ad oggi mi sono trascinato in avanti come un mentecatto tra impegni di lavoro, qualche pastoia economica e gli Scilla e Cariddi dei dottorati di Venezia e Milano. Sono arrivato a dicembre letteralmente stracotto: avevo visioni del principe Kropotkin intento a scolare la pasta per Tolstoj. Una notte in sogno Gogol’ mi ha detto che avevo un capello biondo. Insomma, per farla breve, stavo fondendo.
Adesso la situazione ha preso ancora un’altra piega: avendo vinto due posti non spesati – uno illustre e uno comodo, che cazzo faccio? Aprasi il dibattito.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Dorogie druz’ja,

  1. sedicinove ha detto:

    oh, christ. hai dimenticato di dire che il posto comodo e’, credo, anche molto meno dispendioso del prestigioso. detto cio’, ripeto, oh christ.

  2. razgul ha detto:

    Amico mio, maestro, dimmi la parola che lenisce e rincuora! (detto questo, ci si becca prima o poi a Pietroburgo a fer spesa di cd farlocchi?)

  3. sedicinove ha detto:

    egoisticamente direi Milano, nel senso che ti vedrei piu’ spesso (sottofondo di violini pliiiis). A venezia sei un signor nessuno, a Milano sei gia’ s.b., con accesso quando cazzo ti pare alla biblioteca, rapporto speciale con un paio di docenti… non so, io rinuncerei a Venezia. Tanto alla fine quello che vali… bla bla bla bla… :-)

  4. razgul ha detto:

    Grazie, magister (sviolinate in sottofondo)…

  5. mesjac ha detto:

    mi fate venire il diabete…

  6. anonimo ha detto:

    Scegli il posto comodo. Il prestigio te lo costruirai da solo.

    Gabi

  7. anonimo ha detto:

    E aggiungo che a milano avresti libero accesso anche alla mia biblioteca, se le tue ricerche avessero anche aspetti culinari.
    Sempre Gabi.

  8. anonimo ha detto:

    Milano con la maiuscola. Forse.
    G.

  9. anonimo ha detto:

    Milano naturalmente

  10. anonimo ha detto:

    se vierni a budapest a lavorare nel porno con la barba che ti ritrovi saresti un attore di sicuro successo… Io ci sto provando e pare che il mercato tiri sempre
    Pierluigi Peggiani

  11. razgul ha detto:

    Per Mesjac una pernacchia. Per Gabi: cercherò di modificare così la mia traccia di ricerca: “Bul’varnaja literatura: gastronomija i razvratnost'”. Per Piotrek: non riuscirei mai, nemmeno con la barba che mi ritrovo, a competere con un maestro del porno-pecoreccio altoemiliano come te.

  12. anonimo ha detto:

    chi ha vinto i posti con la borsa?? uNA CERTA tiZIANA?

  13. anonimo ha detto:

    E` tutto vero! Pare che qui a Budapest ci sia una pizzeria dal nome “I LUSSUORIOSI” con tanto di miniature dantesche frequentata e gestita dalle piu` note pornoster del belpaese che hanno come sede operative la capitale magiara!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    W la pizza, la mamma, la figa

  14. nike ha detto:

    grande razgul!…. ma che domande!? resta qua, resta qua. x mesjac: ma dai, sono così carini……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...