“Al poetta gli entra in bocca amore”

Di poesia in effetti non parlo quasi mai, qui o di persona. Strano, visto che è una delle cose a me più care e presenti. Oggi invece voglio parlare proprio di poesia. Non della mia, ci mancherebbe, ma di quella di un poeta tanto grande quanto misconosciuto. Si chiama Ivano Ferrari. Ha pubblicato poco: per Einaudi, nella celebre collana bianca, una serie di poesie letteralmente incredibili raccolte a mo’ di poemetto dal titolo “Macello” (ormai quasi dieci anni fa e in un volume collettivo che s’intitola qualcosa come “Nuovi poeti italiani 4” o roba del genere. Scartabellando tra librerie e remainders ancora lo si può trovare …) e, nel ’98, (nella stessa collana) il volume La franca sostanza del degrado. Ora, già solo per la meraviglia di titolo, se anche non sapessi di cosa si tratta, mi getterei a sfogliarlo…

Ivano Ferrari ha una voce possente, che sa essere nello stesso tempo cruda, aspra, scabrosa, delicata. Non gioca con le parole come farebbe un mortinculo di poetello à la page qualsiasi, non fa avanguardia (la nuova maniera dell’accademia), non torna ai metri tradizionali con spirito epigonale come le valdughette. La sua poesia è classica e sperimentale, esordica e matura, sui generis dantesca.
Ora, siccome a questo punto avrete capito che non sono bravo a scrivere recensioni, smetto la logorrea e lascio la parola al poeta:

Questa danza
che muove la morale e turba i piedi a ogni dopoguerra
quando si inventano amori nel punto della storia
e il ghiaccio non sale alle passioni,
sonagliera pietrosa con fare suo cristiano la trave
nel mio occhio che dondola
con solennità decorativa verso la prosa.
Nella maestria della paralisi riflessi in pozze di acqua celeste
senza meta ma neanche tregua
un cane ne incula un altro un terzo spaiato lecca farfalle nude
così campa la grazia.

Io resto senza fiato. E’ così che vorrei scrivere.
Bene, se la cosa vi interessa, vi segnalo che su
Nazione Indiana potete leggerne alcune altre, tutte ancora inedite e splendide. E poi, magari, potete farmi sapere cosa ne pensate…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...