L’ITALIA FA SCHIFO
ma io ho la coscienza a posto (II)

– Sii sincero: è per colpa di Silvio B*********, che dici di odiare l’Italia?
– Non ho detto che la odio: ho detto che fa schifo. E che Silvio B********* è solo l’ennesimo parto dell’eterna cialtroneria italiana.
– Ma porca troia, fammi capire cosa cazzo ha di tanto schifoso e cialtronesco… Pensa te, con tutti i problemi che ha in questo momento le mancava anche il tuo disprezzo…
– Senti. Per prima cosa prova a pensare – cos’è che accomuna gli tagliani? Quali sono i motivi di concordia? Intorno a cosa la nazione intera si unisce?
– I discorsi del presidente Ciampi?
Ahahahahahahahahahah
– Vabbeh, scherzavo… E’ banale dirlo: il pallone.
– Bravo. Un’ex attività sportiva che è stata trasformata in un enorme fogna finanziaria, onesta e trasparente come gli affari della Exxon… Prendi i calciatori – la penosa versione moderna dei vecchi idoli popolari: dei coglioni strapagati e arroganti, certe facce che sono le stesse di quello che la mattina sul macchinone ti taglia la strada o ti arrota il gattino e se ne va sgommando… pieni di coca e nandrolone come uno scaffale di farmacia e con in più il cerchietto, il tatuaggino, la velina, lo sponsor stampato sul culo e un QI inferiore a quello dei sassi… E che mi dici delle squadre di calcio, che si fanno fare le leggi ad hoc dal governo per spalmare in dieci comodi anni quella voragine irlandese che hanno al posto dei conti? Prova a chiedere un mutuo in banca con un miliardesimo del debito che hanno loro, vediamo se non ti ridono in faccia… Invece no: inculati e contenti, ce ne andiamo in giro con le loro magliatte del cazzo, le mettiamo su anche ai bambini di due anni, glieli paghiamo noi, i loro debiti…
– Le tue parole tradiscono tutta la tua invidiosa sofferenza di interista.
– Ho smesso di seguire il calcio nell’89…
– Sé-sé…
– No, davvero, spiegami perché i milanisti di sinistra non boicottano la squadra di B*********? Ho visto certi compagni fare cose pazzesche, andare a tagliare i tubi delle pompe di benzina per protestare contro la guerra in Irak, rinunciare alla nutella perché la Ferrero compra gli spazi pubblicitari sulle reti mediaset, dare fuoco alle Nike della cuginetta dodicenne, sfondare a testate le vetrine dei McDonald’s… Per poi mettersi la sciarpetta rossonera e andare a suonare la lingua di menelicche in Largo Marinai d’Italia, di fatto idealmente uniti al giubilo seborroico del B*********… Perché sono disposti a tutto, meno che a questo? E bada che si tratterebbe pur sempre di una misura transitoria…
– Sai, ti rispondono “Sì, ma al cuore non si comanda…” oppure “Beh, ma io sono milanista da prima che il B********* comprasse la squadra…”.
– bene, ma sarai d’accordo anche tu che sono tutte scuse pretestuose…
– Sì, su questo hai ragione. Però è cinque minuti che stai sproloquiando di calcio, mentre io ti avevo posto una domanda un po’ più… ti avevo chiesto di dirmi perché ti fa così schifo l’Italia. E comunque guarda che il mondo del calcio non è mica marcio solo qui da noi…
[continua…]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. anonimo ha detto:

    mi fermo veramente compiaciuto alla seconda riga e mi basta..son certo che tutto il resto sarà ottimo, ma non avevo ancora trovato i termini per combattere un certo signor amico di Silvio che mi dice sempre che noi “amici” non dovremmo avere la moto….
    “Non ho detto che la odio: ho detto che fa schifo”

    così sia caro, buttiamo delle lacrime per la nostra terra e sbaviamo mentre urliamo…!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...