Una breve ma ficcante riflessione dei Wu Ming (dall’ultimo numero di Giap!).

“C’e’ anche chi propone un ritorno al nucleare, dicendo che a suo tempo i rischi furono esagerati. Linguisti, semiologi e archeologi affermano che e’ impossibile contrassegnare i fusti di scorie (tempo di dimezzamento variabile tra le centinaia e i milioni di anni) con un simbolo che sia interpretabile senza equivoci da chi abitera’ il pianeta nei millenni a venire. Le scorie nucleari sono armi di distruzione dei posteri (cioe’ dei nostri discendenti, i pro-nipoti dei pro-nipoti dei nostri nipoti), onco-bombe a tempo che ci divertiamo a seppellire qui e la’. Se continuiamo a dare retta a certi politici e certi “scienziati”, questa verra’ ricordata come l’Eta’ dei Pezzi di Merda. E che ce ne fotte a noi? No future!”.

L’Età dei Pezzi di Merda mi sembra la miglior definizione storiografica che si possa dare alla nostra epoca.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...