BLACK OUT

Anche questa estate sta passando via veloce, proprio come l’anno scorso.
Ho lavorato anche in agosto – quel lavoro monotono da operaio che mi capita ogni tanto. In un batter di ciglia sono rotolato fino a ferragosto, e mi sembra che il tutto non sia durato più di due o tre giorni.
Lunedì parto – l’unico pirla che se ne va in collina quando cambia il tempo. Lascio tante cose in sospeso: le traduzioni, gli articoli, una cosina che stupidamente mi ero messo a scrivere…
Torno presto, quando sarà anche ora di tornare al lavoro. L’ufficio richiede la mia costante, vigile presenza: en marche!
Settembre aspetta dietro l’angolo. Non so se avrò tanto tempo o tanta voglia di star dietro al qui presente blog: in autunno ci sono gli esami del dottorato. Il che vuol dire che dovrò studiare come un fesso nei ritagli di tempo, ripassare in fretta e furia la letteratura russa, imparare daccapo a scrivere temini infarciti di banalità. Il tutto, come recita la citazione di Antonio Moresco, senza aspettarsi niente e senza sperare niente.
Perciò, prima che un temporaneo (?) black out scenda su Tunga!, vorrei:

salutare e abbracciare virtualmente tutt* quell* che mi hanno mostrato interesse e simpatia, che hanno commentato le mie frasette facendomi i complimenti o criticandomi, che hanno anche solo fatto un salto qui da queste parti.

Se avete voglia e tempo, e fate una capatina su Nazione Indiana, potreste anche avere la sfortuna di imbattervi in qualche mio articolino, in futuro.

Dal 4 al 6 settembre a Riva del Garda ci sarnno in contemporanea una riunione dei ministri del commercio dell’Unione Europea e un controvertice organizzato dal movimento antiliberista: i giornali e le tivù non ne parleranno (a meno che non vada i frantumi qualche vetrina, nel qual caso dio ci salvi); ma le cose di cui si discuterà – in entrambe le riunioni – sono molto importanti (e hanno a che fare con Cancùn): occhio, state vigili, informatevi più che potete!

Infine, dal 10 a 14 settembre a Cancùn in Messico si terrà la V° Riunione ministeriale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio. Vi ricordate Seattle, nel dicembre del 1999? Esattamente la stessa cosa. Anche in Messico ci sarà un controvertice e anche di quello l’informazione/propaganda cercherà di non parlare (o di parlare male). A Cancùn si parlerà di privatizzare i servizi, di OGM, le multinazionali farmaceutiche protesteranno contro quei paesi poveri che utilizzano i loro farmaci anti-AIDS senza pagare i “diritti d’autore”… Bisogna che impariamo a stare all’erta, che studiamo quello che succede dietro la cortina fumogena delle chiacchiere con cui ci assorda il potere.

Uff, ho finito. Qualcuno di voi tirerà un sospiro di sollievo e penserà tra sé e sé “ma questo qui non si rilassa mai?”. Un abbraccio anche a chi dovesse pensare così.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. anonimo ha detto:

    torna presto. NIKE

  2. nike ha detto:

    uf, ma allora fai sul serio… eh ma che palle! ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...