Archivi categoria: Scrivere

In valle reducta

Nella valle nereggiano le notti velieri il cosmo non è che uno spolvero di luci fari di macchine perse sui muri di vecchie case deserte lampioni tane di gatti tignosi reti sfondate ragnatele ruggine teglie di pasta avanzata e roveti … Continua a leggere

Pubblicato in Scrivere | Lascia un commento

Settembre

A Remo È meglio crepare nel sole o in un giorno di pioggia Una scia che si spegne nel cielo azzurrino e non lascia traccia nella storia Di collina in collina il vecchio celta portava sacchi d’erba tagliata uno per … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Scrivere | Lascia un commento

Speranze avventizie morteposticipi mi aggrappo a fedinfanti e dee madonne invoco una salvezza spinacristi e mi innamoro della vita intera persino del suo sterco anche la merda in limine mortis ha un buon profumo

Pubblicato in Poesia, Religione, Scrivere | Lascia un commento

Nel mio lacero collo infileresti il tuo dito profumato buon Gesù caveresti con l’unghia tua santa la spina Signore verresti a portar mattino? Mi basta una carezza e io sarò salvato

Pubblicato in Poesia, Religione, Scrivere | Lascia un commento

2013 meno 2003 uguale 10 anni

Oggi il mio blog compie dieci anni (qui il primo post). È stupefacente, ma in un certo senso è anche orribile. Se non altro per l’inesorabile progressione cronologica. Avevo all’epoca – ancora per poco – meno di trent’anni. Ora, tra … Continua a leggere

Pubblicato in Diario, Scrivere | Contrassegnato , | 5 commenti

Bruciare in rete

La situazione imporrebbe un gran bla bla di politica, lo so. Proprio per questo evito come la peste di parlare a caldo (e a vanvera) delle elezioni e parlo piuttosto dell’onore con cui, grazie alla generosità del suo artefice Francesco … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Scrivere | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Il manesco Alcibiade e la nuova vita del mio libro

«Alcibiade era un ammiratore appassionato di Omero. Un giorno si presentò in una scuola elementare e chiese un canto dell’Iliade: quando il maestro gli rispose di non avere nulla di Omero, Alcibiade gli sferrò un pugno tremendo e se ne … Continua a leggere

Pubblicato in Diario di un'insurrezione, Scrivere | Contrassegnato , , , , | 5 commenti

Diario di un’insurrezione

Non sono abituato a farmi pubblicità, se mi ci metto provo una sensazione strana e finanche un po’ sgradevole, una specie di imbarazzo misto a vergogna mista a senso di colpa. Comunque stavolta l’occasione è davvero lieta e ricaccio volentieri … Continua a leggere

Pubblicato in Diario, Il lavoro della memoria, Militanza, Polis, Scrivere | Contrassegnato , , | 1 commento

I soldatini di Dio

Erano i soldatini di Dio marciavano sparsi come denti nella bocca di vecchie signore Tieni – si dicevano l’un l’altro – prendi un po’ di carne un po’ di vino fumavano scrivevano lettere veniva la sera e poi il mattino … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Religione, Scrivere | Lascia un commento

La visita ufficiale del sommo sacerdote Anna a Cafarnao

Un giorno, mentre Gesù e i suoi passeggiavano per le vie del centro, inghiottiti tra la folla dei fedeli, passò su un carro blindato il sommo sacerdote Anna in visita ufficiale. Lo scortavano due ali di legionari loricati. Schiacciato dall’età … Continua a leggere

Pubblicato in Religione, Scrivere | Contrassegnato | Lascia un commento